07/12/2023

Redazione

La Lotteria Italia è uno degli appuntamenti annuali più attesi dagli italiani che, con l’avvicinarsi delle festività natalizie, non vedono l’ora di poter partecipare all’estrazione dei premi finali e di quelli giornalieri. Ma come si è diffusa la Lotteria Italia e quali erano le lotterie esistenti già all’inizio del secolo scorso? Vediamolo insieme.

Acquista

Le lotterie presenti in Italia fino alla prima metà del Novecento

La Lotteria Italia ha alcuni illustri precedenti che hanno acquisito la loro notorietà già nella prima metà del ‘900. Tra le più importanti, si possono ricordare la Lotteria di Tripoli e quella di Merano: entrambe hanno tratto ispirazione dalle charity lotteries, che nascono come strumento di sostegno finanziario alle cause sociali e culturali.

La Lotteria di Tripoli si tenne per la prima volta in occasione del Gran Premio disputato nel 1933 sul tracciato della Mellaha, quando la Libia era ancora una colonia italiana. La vincita venne collegata all'esito della corsa: trenta tra i biglietti venduti vennero estratti prima della gara e furono associati ai piloti che gareggiavano. Vennero messi in palio tre premi: chi aveva il biglietto abbinato al primo qualificato avrebbe ottenuto 3 milioni di lire, il secondo 2 e il terzo 1.

La Lotteria di Merano, invece, era legata alle corse che si tenevano nell'ippodromo della città a partire dal 1935. Tra tutte le lotterie a cui si poteva partecipare in Italia in quel momento, era tra quelle che mettevano in palio uno dei montepremi più consistenti.

L'unica lotteria nazionale, Lotteria Italia

Nel 1955, con un decreto emesso dal Ministero delle Finanze, si stabilì la nascita di una nuova estrazione, denominata Lotteria Italia, che metteva in palio una selezione di premi diversi. Dal 1990 è l'unica tra le tredici lotterie nazionali un tempo esistenti a cui si può ancora partecipare. 

Con il tempo, il modello della Lotteria abbinata ad un grande evento ha dovuto cambiare forma per adeguarsi alle trasformazioni intervenute nella società. Proprio per questa ragione, con la nascita e la diffusione della televisione si è pensato di abbinare il gioco ai programmi di punta che andavano in onda. Il primo fu “Le canzoni della fortuna” nel 1956. 

Dal 1970, in particolare, si è richiesto l'intervento di artisti noti e riconosciuti per realizzare la grafica dei biglietti per partecipare, sebbene negli ultimi anni il concorso Disegniamo la Fortuna con ADM sia volto a promuovere il terzo settore.

Dagli anni ‘70 in poi la diffusione della televisione ha sicuramente giocato un ruolo di primo piano nella diffusione della Lotteria Italia che è oggi uno degli appuntamenti più attesi dagli italiani.

Il format della Lotteria Italia deve gran parte del suo seguito anche alla trasmissione abbinata alla comunicazione sia dei premi giornalieri sia di quelli finali, annunciati la sera dell'Epifania. Per l’edizione del 2023 è stato scelto Amadeus, personaggio e conduttore di spicco del palinsesto RAI, al quale è affidata la trasmissione abbinata. È infatti durante “Affari tuoi”, in onda su RAI 1 dal lunedì alla domenica dalle ore 20:30 alle ore 21:25 che Amadeus comunica la sequenza numerica dei premi giornalieri di Lotteria Italia. Sempre durante la stessa trasmissione, poi, verranno annunciati dal conduttore i premi di prima categoria nella serata del 06 gennaio.

da 0,50€
Gioca
NEW
25€
Gioca
5€
Gioca
10€
Gioca
5€
Gioca
da 0,10€
Gioca