Miti e credenze

Ci sono credenze secondo le quali le persone pensano di poter influenzare l'esito del gioco a proprio vantaggio.

  • MITO: "se continuo a giocare la fortuna girerà e riguadagnerò i soldi che ho perso finora: devo solo andare avanti a giocare".
    VERITÀ: ogni volta che giochi, l’esito è completamente indipendente dalle giocate precedenti: le tue probabilità di vincere non cambiano nel tempo.
  • MITO: "ho quasi vinto: questo vuol dire che la prossima volta vincerò"
    VERITÀ: avvicinarsi alla vincita non significa che si sta per vincere: l’esito della prossima giocata non è influenzato dall’avere quasi vinto in precedenza.
  • MITO: "mentre sto giocando il tenere in mano un oggetto fortunato, incrociare le dita, ecc., aumentano le probabilità che ho di vincere"
    VERITÀ: l'esito della giocata non dipende MAI dai riti scaramantici che si fanno mentre si gioca.
  • MITO: "la mia conoscenza e la mia abilità nel gioco contribuiscono ad aumentare la probabilità che ho di vincere"
    VERITÀ: nei giochi che dipendono solo dalla fortuna (come il Gratta e Vinci, il Lotto, le Lotterie) l’abilità del giocatore non può influenzare in alcun modo l’esito della giocata.
  • MITO: "le vincite e le perdite tendono ad accadere in modo ciclico"
    VERITÀ: nei giochi di abilità non c’è ciclicità nelle vincite e nelle perdite.

Testi sviluppati in collaborazione con il Centro Interuniversitario per la Ricerca sulla Genesi e sullo sviluppo delle Motivazioni Prosociali e Antisociali.
Scopri con un test semplice e divertente quali sono i 'falsi miti' del gioco e da dove nascono!